REPUBBLICA ITALIANA – Regione Marche – Servizio Attivita’ produttive, Lavoro, Istruzione

EUSAIR Facility Point Partner di Progetto

EUSAIR

Con oltre 70 milioni di abitanti e di fondamentale importanza per la continuità geografica dell’Europa, la regione Adriatico Ionica costituisce un’area funzionale definita principalmente dai bacini del mar Adriatico e del mar Ionio.

La strategia EUSAIR, approvata dal Consiglio europeo nel 2014, punta a conferire nuovo slancio alla cooperazione e agli investimenti a beneficio di 9 Paesi dello spazio adriatico-ionico: 4 Stati membri Ue (Croazia, Grecia, Italia, Slovenia) e 5 paesi non-Ue (Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Serbia e Macedonia del Nord).

EUSAIR promuove la crescita e la prosperità economiche della regione migliorandone l’attrattività, la competitività e la connettività. Si propone, inoltre, la salvaguardia del mare, dell’ambiente costiero e dell’entroterra e degli ecosistemi.

Oltre al livello politico, composto dai Ministeri per i Fondi UE e/o Ministri degli Affari esteri dei 9 Paesi partecipanti, che prendono decisioni strategiche alle riunioni ministeriali dei forum annuali EUSAIR, l’architettura EUSAIR coinvolge due livelli principali: il livello di coordinamento rappresentato da un Governing Board e livello di attuazione rappresentato dai Thematic steering groups.

Il supporto operativo ad entrambi i livelli è fornito dal progetto strategico EUSAIR Facility Point. 

A livello nazionale ogni Paese ha due National Contact Point che per l’Italia sono istituiti presso la Direzione Generale per l’UE del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (DGUE-MAECI) e presso il Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCoe-PdCM).
Al fine di rendere strutturale la collaborazione tra i diversi livelli di governo coinvolti nella Strategia, il Comitato interministeriale per gli Affari Europei – CIAE (art. 2, commi 1 e 2, della Legge n. 234 del 2012) ha istituito una Cabina di Regia congiunta Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (MAECI), Dipartimento per le Politiche di Coesione (DPCoe) e Dipartimento delle Politiche Europee (DPE), con la partecipazione di tutte le Amministrazioni coinvolte a livello centrale e territoriale nell’attuazione di EUSAIR.

A livello regionale, nel luglio del 2013, è stato costituito presso la Commissione Affari Comunitari e Internazionali della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome il Gruppo EUSAIR/Italia, gruppo che riunisce le quattordici regioni italiane impegnate nell’implementazione della Strategia coordinato dalla Regione Marche.

Coordinatori nazionali

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Andrea Cascone – Coordinatore nazionale
P. le della Farnesina 1 – 00135 Roma
email: andrea.cascone@esteri.it
telefono: +39 3691 2380  +39 3691 2280

Renato Quartarone – Vice coordinatore nazionale 
P. le della Farnesina 1 – 00135 Roma
email: renato.quartarone@esteri.it
telefono: +39 06 3691 2280  +39 06 3691 2238


    EUSAIR FACILITY POINT PARTNER DI PROGETTO 6

EUSAIR Facility Point è il progetto strategico concepito come strumento per promuovere e facilitare l’implementazione della Strategia dell’UE per la regione Adriatico-Ionica (EUSAIR). Alla Slovenia è stata affidata la gestione del partenariato. Il progetto coinvolge i partner di nove paesi partecipanti: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Macedonia del Nord, Montenegro, Grecia, Croazia, Italia, Slovenia e Serbia. Il Comune di Izola è stato nominato partner del progetto dalla Slovenia.

Ruolo della Regione Marche

La Regione Marche è la capofila del WP T4 “EUSAIR Stakeholder Platform” – ESP, concepita come uno strumento necessario per aumentare il coinvolgimento degli stakeholder nel coordinamento della Strategia EUSAIR e processi di implementazione.

Il progetto è implementato su un periodo di 6,5 anni (dal 1 maggio 2016 al 31 dicembre 2022) nell’ambito del Programma di Cooperazione Transnazionale Adriatico-Ionica (priorità 4) INTERREG V-B ADRION 2014-2020.

Contatto:

  • Silvano Bertini, Dirigente, silvano.bertini@regione.marche.it, +39.071.806.3701
  • Donatella Romozzi, Responsabile progetto, donatella.romozzi@regione.marche.it, +39.071.806 3607

Istituzione:

Regione Marche, Servizio Attivita’ produttive, Lavoro, Istruzione – Regione Marche

Via Gentile da Fabriano, 9 – 60125 Ancona, Italia

 

      PILASTRO 1 – CRESCITA BLU

Il Pilastro 1 Crescita blu (coordinato dalla Grecia e dal Montenegro) mira a promuovere una crescita economica sostenibile e la promozione di opportunità di business nel settore dell’economia blu nell’Adriatico-Ionio. Il pilastro ha l’obiettivo di promuovere la ricerca, l’innovazione e le opportunità di business nei settori dell’economia blu, facilitando la brain circulation tra il settore della ricerca e le business community, in particolare migliorando la loro capacità di fare rete e di clustering; adattare la produzione e il consumo sostenibile dei prodotti ittici (seafood), sviluppando standard ed approcci comuni nei due settori; migliorare la governance a livello di bacino marittimo, rafforzando le capacità amministrative ed istituzionali nel settore della gestione marittima e dei servizi. 

Per la realizzazione di questi obiettivi, il Piano di Azione EUSAIR ha previsto di soffermarsi su tre topic: 

  • Topic 1 – Tecnologie Blu; 

  • Topic 2 – Pesca ed acquacoltura; 

  • Topic 3 – Governance dei servizi marini e marittimi.

National Contact Points del Pilastro 1:

Walter Graziani, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, w.graziani@mpaaf.it

Mauro Bertelletti, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, m.bertelletti@politicheagricole.it

Isabella Verardi, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, i.verardi@mpaaf.gov.it

Fabio Fava, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Università di Bologna), fabio.fava@unibo.it

Regional Contact Point del Pilastro 1:

Flavia Zuccon, Regione Veneto, Dip. Politiche e Cooperazione internazionale, Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale Europea, flavia.zuccon@regione.veneto.it

      PILASTRO 2 – CONNETTERE LA REGIONE

Il Pilastro 2 Connettere la Regione (coordinato dall’Italia, dalla Serbia e dalla Macedonia del Nord) si pone l’obiettivo di migliorare le interconnessioni nell’area Adriatico-ionica e tra questa ed il resto d’Europa nel settore dei trasporti e dell’energia. Il Pilastro ha l’obiettivo di: rafforzare la sicurezza marittima e sviluppare un sistema portuale competitivo e intermodale; sviluppare una rete di trasporto sostenibile e interconnessa nonché interconnessioni tra la costa e l’entroterra; realizzare un mercato interno dell’energia che risponda ai tre obiettivi di policy dell’Unione Europea (competitività, sicurezza della fornitura e sostenibilità). 

Per realizzare questi obiettivi, il Piano di azioni EUSAIR prevede interventi in tre topic: 

  • Topic 1- trasporti marittimi: realizzazione di infrastrutture innovative e moderne per assicurare la sicurezza marittima; creazione di porti intermodali e delle autostrade del mare; l’armonizzazione di procedure, lo scambio di dati e il miglioramento del monitoraggio del traffico marittimo; 

  • Topic 2 – connessioni intermodali con l’entroterra: sviluppo di ferrovie, strade, vie navigabili interne; 

  • Topic 3 – reti dell’energia: sviluppo di reti e mercati dell’energia. 

Coordinatori del Pilastro:

Pierluigi Coppola, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, pierluigi.coppola@mit.gov.it

Sergio Garribba, Ministero dello Sviluppo Economico, centro.p@virgilio.it

Regional Contact Points del Pilastro 2:

Sandra Sodini, Regione Friuli Venezia Giulia, Dipartimento Relazioni Internazionali e Programmazione Europea, sandra.sodini@regione.fvg.it

Paola di Salvatore, Regione Abruzzo, Direttrice Servizio Cooperazione Territoriale IPA ADRIATIC CBC, paola.disalvatore@regione.abruzzo.it

      PILASTRO 3 – QUALITA’ AMBIENTALE

Il Pilastro 3 Qualità ambientale (coordinato da Slovenia e dalla Bosnia ed Erzegovina) si focalizza sulla qualità ambientale degli ecosistemi marini, costieri e terrestri della Regione e affronta la qualità ambientale dal punto di vista degli ecosistemi marini, costieri e terrestri. Il pilastro ha l’obiettivo di: assicurare il buono stato ecologico dell’ambiente marino e costiero entro il 2020, in linea con l’Acquis EU e con l’approccio eco-sistemico della Convenzione di Barcellona; contribuire all’obiettivo della Strategia europea per la biodiversità per arrestare la perdita di biodiversità e dei servizi eco-sistemici entro il 2020; migliorare la gestione dei rifiuti, riducendo il flusso di rifiuti in mare ed il flusso di altri nutrienti e sostanze inquinanti nei fiumi e nel mare. 

Per la realizzazione di questi obiettivi, il Piano di azione Eusair ha previsto di soffermarsi su due topic: 

  • Topic 1: Ambiente Marino; 

  • Topic 2: Habitat transnazionali terrestri e biodiversità. 

National Contact Points del Pilastro 3:

Silvia Sartori, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sartori.silvia@minambiente.it

Giuseppe Italiano, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, italiano.giuseppe@minambiente.it

Regional Contact Points del Pilastro 3:

Olga Sedioli, Regione Emilia-Romagna, Direzione Generale cura del territorio e dell’ambiente, olga.sedioli@regione.emilia-romagna.it

Stefania Leoni, Regione Emilia-Romagna, Servizio coordinamento delle politiche europee, programmazione, cooperazione, valutazione, s.leoni@regione.emilia-romagna.it

    PILASTRO 4 – TURISMO SOSTENIBILE

Il Pilastro 4 Eusair Turismo Sostenibile (coordinato dalla Croazia e dall’Albania) mira a promuovere uno sviluppo turistico responsabile, rimuovere gli ostacoli burocratici, creare occasioni di business e valorizzare la competitività delle PMI nel settore del turismo. 

Il pilastro ha l’obiettivo di:

  • Diversificare i prodotti ed i servizi turistici della macroregione per affrontare la stagionalità della domanda di turismo interno, costiero e marittimo.

  • Migliorare ed innovare l’offerta turistica, potenziare la sostenibilità e capacità di turismo responsabile degli attori della macroregione.

Questo pilastro è suddiviso in due topic: 

  • Topic 1 – Diversificazione dell’offerta turistica (prodotti e servizi).

  • Topic 2 – Gestione turistica responsabile e sostenibile (innovazione e qualità). 

National Contact Points del Pilastro 4:

Dora di Francesco, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dora.difrancesco@beniculturali.it

Maria Elisabetta Locchi, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, mariaelisabetta.locchi@beniculturali.it

Regional Contact Points del Pilastro 4:

Adriana Agrimi, Regione Puglia, Dirigente Coordinamento Politiche Internazionali, a.agrimi@regione.puglia.it

Emanuele Abbatista, Regione Puglia, Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro, e.abbatista@regione.puglia.it

Santa Vitucci, Regione Puglia, Coordinamento Politiche Internazionali, s.vitucci@regione.puglia.it

Rosalia Giambrone, Regione Sicilia, Dirigente Servizio 2 Osservatorio Turistico, r.giambrone@regione.sicilia.it

Il sesto Forum annuale EUSAIR

L’11 e il 12 maggio a Izola, in Slovenia, si terrà il sesto Forum annuale della Strategia Europea per la Regione Adriatico-Ionica, EUSAIR.

I temi dell’evento verteranno attorno all’impostazione della strategia comune sull’embedding process, ossia la ricerca di fondi, da budget Ue e finanziamenti pre-adesione per Balcani, per sostenere le attività dei  quattro pilastri: attività marittime, connettività (trasporti ed energia), qualità ambientale e turismo sostenibile.

Tra gli ospiti di rilievo del Forum la climatologa slovena, Nobel nel 2007, Lučka Kajfež Bogataj, esponente dell’Ippc, il consiglio intergovernativo dell’Onu sulla crisi climatica e Boštjan Videmšek, ambasciatore del Patto europeo per il clima.

Per maggiori informazioni visita il sito.

EUSAIR Stakeholders Platform presenta il video promozionale di Learning Channel

Nell’ambito del progetto Facility Point, la EUSAIR Stakeholders Platform presenta il video promozionale relativo al Learning Channel. Ci saranno grandi novità online nei mesi successivi, “stay tuned”!

Video “ADRIONCycleTour”

Il video è stato realizzato nell’ambito del progetto “ADRIONCycleTour”e proiettato durante il Workshop “L’embedding della Ciclovia Adriatico-Ionica nella programmazione 2021-2027” svoltosi il 07 aprile 2021 sulla EUSAIR Stakeholder Platform.

Nell’ambito della Strategia dell’UE per la Regione Adriatico Ionica-EUSAIR e più specificamente dell’attuazione del pilastro 1. “Crescita blu”, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Regione Marche, in qualità di partner del progetto EUSAIR Facility Point, organizzano il Workshop dal titolo “EUSAIR INVESTMENT IN SKILLS AND EDUCATION: WHICH ROADMAP FOR A MORE SUSTAINABLE BLUE ECONOMY IN THE ADRIATIC-IONIAN REGION? Skill development through vocational education and training, and higher education as a key to fostering blue jobs for the environmental sustainability and boosting technological innovation in the Adriatic-Ionian Region”.

L’evento, che si svolgerà tramite la piattaforma Zoom il 9 luglio, è un’opportunità per conoscere meglio il nuovo approccio per un’economia blu sostenibile nell’UE. Sarà un’occasione per avviare una riflessione congiunta nella Regione Adriatico e Ionica scambiando esperienze e prospettive sull’upskilling e reskilling necessarie per rispondere efficacemente alle chiamate per la transizione digitale e verde. Ci sarà un’attenzione particolare alla costruzione di navi e imbarcazioni sostenibili e alle operazioni portuali sostenibili.

Agenda

EUSAIR INVESTMENT IN SKILLS AND EDUCATION: WHICH ROADMAP FOR A MORE SUSTAINABLE BLUE ECONOMY IN THE ADRIATIC-IONIAN REGION?

Nell’ambito della Strategia dell’UE per la Regione Adriatico Ionica-EUSAIR e più specificamente dell’attuazione del pilastro 1. “Crescita blu”, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Regione Marche, in qualità di partner del progetto EUSAIR Facility Point, organizzano il Workshop dal titolo “EUSAIR INVESTMENT IN SKILLS AND EDUCATION: WHICH ROADMAP FOR A MORE SUSTAINABLE BLUE ECONOMY IN THE ADRIATIC-IONIAN REGION? Skill development through vocational education and training, and higher education as a key to fostering blue jobs for the environmental sustainability and boosting technological innovation in the Adriatic-Ionian Region”.

L’evento, che si svolgerà tramite la piattaforma Zoom il 9 luglio, è un’opportunità per conoscere meglio il nuovo approccio per un’economia blu sostenibile nell’UE. Sarà un’occasione per avviare una riflessione congiunta nella Regione Adriatico e Ionica scambiando esperienze e prospettive sull’upskilling e reskilling necessarie per rispondere efficacemente alle chiamate per la transizione digitale e verde. Ci sarà un’attenzione particolare alla costruzione di navi e imbarcazioni sostenibili e alle operazioni portuali sostenibili.

Agenda

NETWORKING AND COMPLEMENTARITIES FOR THE EMBEDDING OF EUSAIR

EUSAIR Facility Point insieme alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Politiche di Coesione e l’Agenzia per la Coesione Territoriale organizzano il primo dei quattro Action Lab realtivi al “Networking and complementarities for the embedding of EUSAIR”. L’evento si svoglerà venerdì 16 Luglio 09:30-13:30 CEST.

Tutte le informazioni relative all’evento sono disponibili alla segunete pagina web.

Event 3

TEXT